3 siti web per vendere foto online

Vi abbiamo già parlato di come guadagnare online vendendo foto, uno dei modi migliori è sicuramente quello di vendere le proprie foto alle grandi piattaforme di foto stock.

Oggi ci concentriamo su 3 siti web per vendere foto online che offrono delle soluzioni alternative al vendere foto a giganti come Shutterstock o Adobe Stock.

Premessa necessaria: tutti i siti che vedremo sono in inglese, ma onestamente è quasi inevitabile, dato che accedendo a piattaforme internazionali

vendere foto online

Stockimo

Cominciamo con un’app, Stockimo è stata creata da Alamy, che di suo è un’ottima piattaforma di foto stock. 

Perché allora creare un’altra app? Stockimo è perfetto per chi è agli inizi o non ha una macchina fotografica di buon livello. 

Potrete caricare e vendere le foto fatte con il vostro iPhone (l’app è compatibile con dispositivi da iOS 7 in su).

La brutta notizia è che la versione Android è ancora in fase di sviluppo, quindi per ora potrete usare Stockimo solo se avete un iPhone.

Come funziona?

Se avete già un account Alamy dovrete solo installare l’app e fare login. Altrimenti dovrete crearne uno

Fatto questo dovrete caricare le foto e attendere il responso degli editor, che daranno un punteggio alla vostra creazione. Il punteggio massimo è 4, ma a voi basterà ottenere un 2. 

Se ci riuscirete la foto sarà messa in bacheca e sarà acquistabile da chiunque lo desideri. 

In caso la foto prenda un voto peggiore niente da fare.

Che foto mandare?

Letteralmente di tutto! Eccetto foto di nudo o oscenità (per la policy di Apple). Stockimo accetta volentieri foto di qualsiasi genere. 

Un’altra opzione molto interessante è la possibilità di inviare foto per la sezione News, quindi immagini legate ad eventi di rilievo per la cronaca locale, nazionale o internazionale.

stockimo vendere foto online

Che succede alle vostre foto?

Rimarrete proprietari al 100% delle foto, in sostanza Stockimo vende la licenza di utilizzo delle vostre foto per vostro conto.

Le foto sono vendute tramite il marketplace di Alamy, il che significa avere accesso ad un’enorme bacino di clienti.

Il problema principale di Stockimo è la fetta che vi spetta per le foto, parliamo del 20%. Per dire Alamy vi dà il 50%. 

Ma ricordiamoci che parliamo di foto fatte con il proprio iPhone! 

Quindi, potete considerare Stockimo come un buon modo per vendere foto online, ma certo non per le vostre foto migliori, pensatelo piuttosto come un’opportunità per foto fatte “alla buona”, o perché vi siete trovati nel posto giusto al momento giusto e avevate solo l’iPhone con voi ma siete comunque riusciti a immortalare un evento importante da proporre alla sezione News dell’app.

500px

Se siete già andati a vedere il sito ufficiale, non fatevi ingannare dalle prime impressioni. 500px non è il solito sito per vendere foto online. 

Offre un pacchetto molto più completo, una serie di tool indispensabili per un fotografo nell’era digitale. 

Come funziona?

Parliamo di un marketplace online dove caricherete le vostre foto andando a creare un portfolio personale.

Un algoritmo seleziona le foto migliori e le inserisce nella sezione discovery del sito, dandovi la possibilità di mostrare il vostro lavoro a un bacino di utenti molto vasto.

Molto interessante anche il pacchetto di Analytics e Tracking. 

Detto in parole povere vi permette di tenere d’occhio le statistiche delle vostre foto: visualizzazioni, acquisti/per tot visualizzazioni, clicks, rendimento rispetto ai “competitor”. 

Se volete vendere foto online dovrete abituarvi a questo lato “analitico” dell’attività, ormai è una componente essenziale di qualsiasi tipo di lavoro digitalizzato.

guadagnare con 500px

Passiamo ad un’altra caratteristica interessantissima di 500px: le quest. Sono delle sfide che vengono create periodicamente per mettersi alla prova, mettersi in mostra ma anche per vincere qualche soldo, che non guasta mai!

Che foto mandare?

Nella sezione apposita del sito troverete tutti i parametri per l’invio delle foto, relativi alla qualità e al tipo di immagini richieste da 500px.

I criteri sono più o meno quelli che usa qualsiasi altra piattaforma di foto stock: vendibilità/ qualità di esecuzione e tecnica / unicità e originalità.

Vendere foto online con 500px conviene?

La piattaforma ha sempre dichiarato di voler restituire dignità alla figura del fotografo, impegnandosi a pagare il giusto le foto.

Se 500px riconosca questa dignità lo lasciamo giudicare a voi, eccovi le cifre sulle royalties:

Se vendete le vostre foto in esclusiva a 500px vi sarà riconosciuto il 60% da ogni vendita, in caso contrario il 30%. 

A voi l’ardua sentenza.

guadagnare con SmugSmug

SmugSmug

Eccoci qua al dulcis in fundo. Smugsmug è sicuramente l’opzione più valida tra i vari siti web per vendere foto online.

Come funziona?

Anche in questo caso non abbiamo a che fare semplicemente con un archivio infinito di foto stock. 

SmugSmug offre molte altre funzionalità, è una via di mezzo tra un site-builder per e-commerce, un portfolio e un marketplace.

In parole povere vi dà la possibilità di creare un vero e proprio e-commerce, sarete voi a decidere i prezzi. Potrete anche creare un listino prezzi in base alla tipologia di evento, tipo un matrimonio, o una cena di gala, o uno shooting.

Non solo, SmugSmug vi aiuta a creare il vostro watermark, in modo da proteggere le vostre foto dall’elevata possibilità che qualcuno ne faccia uso senza riconoscervi i diritti.

Altra funzionalità utilissima è l’ottimizzazione SEO per le vostre foto, rendendole facili da cercare.

Ah! SmugSmug non vende solo le vostre foto in digitale ma anche le stampe, e anche qui il prezzo lo deciderete voi.

Trovate sul sito tutte le funzionalità.

Quanto si guadagna con SmugSmug?

Se siete qui è perché siete in cerca di siti web per vendere foto online. Quindi andiamo al sodo, SmugSmug è la migliore delle tre opzioni. Guadagnerete l’85% di ogni vendita, meno il prezzo di default impostato dalla piattaforma per quel prodotto.

Esempio:

Imposti il prezzo di una stampa 5X5 a 10.79$, il prezzo di default è 0.79$, sottraetelo al vostro e avrete il prezzo finale= 10$, di cui terrete l’85%= 8.50$

Qui trovate tutte le info su pagamenti e modalità di pagamento (spoiler: vi servirà Paypal).

Il problema principale di SmugSmug è che rispetto ai colossi dello stoccaggio di foto tipo Adobe Stock, Getty e Shutterstock, è che avrete un bacino di utenza minore. 

Inoltre occhio ai costi di spedizione per le stampe! Finché vendete in digitale il problema non si pone, ma a seconda di dove sarà ubicato il vostro acquirente, il prezzo di spedizione potrebbe raggiungere cifre che rendono la spedizione troppo costosa. Quindi informatevi bene sui costi di spedizione!

Inoltre SmugSmug vi offre una prova gratuita, finita quella dovrete scegliere un piano di abbonamento. Se volete usare la piattaforma per vendere foto online allora il piano basic non vi basterà, il minimo per poter usufruire delle belle funzionalità di SmugSmug è il piano power, che ha un costo di 104$ all’anno. 

Dipende da voi, da quanto volete fare da soli e quanto invece volete delegare.

vendi le tue foto

A differenza di quello che si può pensare inizialmente, vendere foto online non è così semplice. Ormai chiunque può fare foto o improvvisarsi fotografo. 

Il mercato è saturato da migliaia di foto tutte uguali. 

Lo stesso vale per i siti che trovate in giro per il web. Oggi ne abbiamo selezionati 3 per voi, se li provate fateci sapere come vi trovate nei commenti!

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

otto + 19 =

guadagnare con le foto
Logo
Cerca
Generic filters
Reset Password
Compare items
  • Total (0)
Compare
0