Still Life, linea guida n°1 …le basi

Possiamo definire lo Still Life come dice la parola stessa “natura morta” e quindi una tecnica che rappresenta oggetti inanimati curando e sottolineando molto l’estetica fotografica.

Questa tecnica fotografica può essere utilizzata sia nel campo puramente artistico sia nel campo pubblicitario.

Ma l’attrezzatura necessaria per un buon Still Life?

Per realizzare questa tecnica fotografica ci servono determinati strumenti che oserei dire essenziali per ottenere un buon risultato.

Ciò che ti serve quindi sono:

  • un’ idea di Set Fotografico o un Progetto fotografico partendo da un oggetto o più oggetti-soggetti che saranno i nostri protagonisti per il click.
  • una macchina fotografica che sia in grado di poterci far gestire in modo manuale iso, tempi e diaframmi, i tre elementi del triangolo dell’esposizione nonché base essenziale della fotografia. Che sia una di tipo analogico oppure digitali come: Reflex, Bridge o Mirrorless non fa differenza.
  • un treppiede in modo da poter stabilizzare la macchina fotografica ed evitare così il così tanto temuto micromosso.
  • Una fonte di luce che sia di origine naturale, come una finestra, o artificiale, come luci continue da studio, momotorce o mini torce a Led (come per il Light Painting di cui abbiamo ho già parlato in un articolo precedente), flash da studio o a slitta. La cosa importante che la luce è l’elemento essenziale e va gestito al meglio in base agli effetti che vogliamo ottenere.
  • Lo sfondo che nello Still Life ha una notevole importanza sia per come viene fatto che per il colore.
  • Se possibile uno scatto remoto questo perché come per il treppiede, ci permette di non rischiare il microcosmo, poiché lo scatto viene azionato senza dover toccare la macchina fotografica.

Il Set Fotografico per lo Still Life: suggerimenti

Come vi ho già un po’ raccontato in un articolo precedente, preparare un set fotografico può essere anche semplice. Si può tranquillamente utilizzare ciò che la nostra casa offre, per esempio: una sedia di legno, un tavolo di vetro o di marmo, piatti, bicchieri, libri, candele, cibo fresco od essiccato, spartiti musicali, …qualunque cosa con un po’ di fantasia può trasformarsi in un soggetto per sperimentare questa Tecnica Fotografica di “natura morta”.

A voi pensare un tema e comporre secondo il vostro gusto e secondo cosa volete comunicare con il vostro scatto. Posso consigliare oggetti un po’ retrò se li avete, perché fanno sempre un bell’effetto, ad esempio un vecchio macinino da caffè, una lampada da tavolo, un pio di occhiali della bisnonna, un orologio da taschino, argenteria varia, ecc…, ma nulla vieta invece di puntare sul moderno.

set fotografico
Set Fotografico
Still life di Uno Gustoso Sguardo  Floreale
Still life di Uno Gustoso Sguardo Floreale

La macchina fotografica e le impostazioni per iniziare con lo Still Life

Ma passiamo a vedere come impostare la macchina fotografica. Senza dubbio io consiglio la modalità Manuale, ma eccezionalmente se si vuole potete utilizzare la modalità priorità di diaframma.

In base all’immagine che vogliamo ottenere gestiremo a questo punto il nostro triangolo di esposizione di iso, diaframma e tempi, ma vediamoli uno a uno.

  • ISO in questa tecnica fotografica, come in tante altre occasioni, è consigliato tenerli i più bassi possibili. in genere si impostano a 100 ma alcune macchine fotografiche permettono anche iso 50. Mantenere gli iso bassi permetterà di avere una qualità dell’immagine maggiore.
  • DIAFRAMMA in questo caso dobbiamo decidere a priori se vi interessa far vedere nitidamente o no lo sfondo della nostra composizione, quindi se volete o no dargli importanza. Se non vi interessa possiamo spaziare da un F2.8 ad un F5.6. Se invece vogliamo vedere nitidamente anche lo sfondo impostate il diaframma ad esempio da F8 in su. Attenzione che la profondità di campo varierà anche in base a quanto voi siete distanti dal soggetto e dalla lunghezza focale che state utilizzando.
  • TEMPO lo imposterete a seconda del tipo di scatto che volete ottenere. Di solito si utilizzata un tempo che permetta di esporre correttamente l’immagine. Ma se parliamo di un ramo particolare dello Still Life, di cui abbiamo già accennato un un altro articolo, il Light Painting, il tempo avrà un ruolo e impostazioni ben diverse. Delle impostazioni specifiche del tempo di scatto nel Light Painting ne parleremo prossimamente in un articolo dedicato.
  • sulla LUNGHEZZA FOCALE accennata sopra possiamo dire che in questo genere di scatti si utilizzano abitualmente dal 50mm in su.

Lo sfondo per lo Still Life: consigli

Lo sfondo, come accennato prima, ha un ruolo importante, perché influenza la percezione dell’insieme e può dare più o meno risalto ai soggetti. Potrete utilizzare sfondi con tinte uniformi, oppure sfondi detti discontinui (come può essere una tenda che lascia scoperta una parte di finestra sfruttando la luce naturale in modo diffuso e quindi con ombre morbide, un muro magari in mattoni per un effetto rustico, un muro con effetto spugnato che può andar bene creare un effetto “vintage”). Per gli sfondi oltre a poter sfruttare magari le pareti di casa potete anche realizzarli con un po di fantasia su pannello, (vi scriverò un articolo apposito con qualche foto-suggerimento pratico) oppure comprarli già fatti.

Still Life,Natura Morta,Set Fotografico,Tecnica fotografica,treppiede fotografico
Still Life luce naturale con sfondo discontinuo sfocato

Per quanto riguarda i colori potete sbizzarrirvi, o se vi piace complicarvi la vita… per superare le sfide come piace a me, potete cominciare con uno sfondo bianco o con un pannello diffusore davanti ad una finestra e dar vita alle alte luci, detto in termini fotografici più precisi high key.

Si possono usare anche sfondi in PVC opalini che si trovano tranquillamente sul mercato già pronti e di varie misure e colori, che vi aiuteranno sicuramente ad avere ombre più morbide e a gestire meglio i riflessi che la luce potrebbe dare.

Se volete qualche suggerimento per gli acquisti:

Qualche consiglio sul Treppiede fotografico o Cavalletto e fonti di luce e lo Scatto Remoto

Treppiede fotografico o anche detto cavalletto, è forse lo strumento più importante per questo tipologia di fotografia è quindi bene che sia un buon treppiede fotografico in modo che la fotocamera sia stabilizzata in modo adeguato per evitare il micro mosso o il mosso, se si utilizzano i tempi lunghi. Per questo se dovete acquistarlo controllate bene le caratteristiche della sua stabilità, robustezza e il peso max che può reggere (in base al peso della vostra macchina fotografica con obbiettivo montato) tenendo conto che si riferisce al treppiede non completamente aperto (al max) ma con la parte centrale al minimo.

Ho selezionato alcuni Treppiede fotografico (Cavalletto), che secondo me si possono adattare alle esigenze, il primo della lista è quello che utilizzo io, vi sconsiglio vivamente di utilizzare teste a sfera in quanto poco precise e si logorano velocemente. Potete anche pensare di acquistare un discreto Treppiede fotografico (Cavalletto) e poi successivamente investire su una buona testa.

Fonti di luce. Sono gli elementi più importanti per lo Still Life e che permettono di sfruttare tutte le potenziali idee creative che ci possono venire in mente, ottenendo risultati originali e spesso sorprendenti. In questa tecnica fotografica se ne utilizzare fondamentalmente di tre tipi: Luce Naturale, come potete osservare nelle immagini di questo articolo, oppure Luce Continua, che ci permette di vedere subito come viene illuminata la scena e quindi ci permette di vedere quali ombre e contrasti si formeranno, oppure Luce flash, che anche se non ci permetterà di vedere subito l’illuminazione e dovermo fare delle prove, è sicuramente una luce più potente di quella continua e un consumo minore.

Un consiglio in più è avere a disposizione anche dei pannelli diffusori e pannelli riflettenti per ammorbidire ulteriormente i contrasti troppo marcati e le ombre troppo nette, in modo da rendere la scena più armoniosa e delicata.

Scatto remoto. Il suo utilizzo è consigliato per evitare di toccare la macchina fotografica in fase di scattoe vanificare la stabilizzazione già data con il treppiede. Questo perché meno possibilità di avere vibrazioni ci sono e più la nostra fotografia sarà nitida. Lo scatto remoto può essere già integrato con la macchina fotografica, e quindi solo da impostare oppure si può acquistare separatamente con sistema cavetto o Wireless, come quello utilizzato per gli scatti di questo articolo. Come potete vedere dall’immagine sottostante. Il remote controller che utilizzo io lo potete trovare a questo indirizzo.

Scatto remoto Wireless
Scatto remoto Wireless

Ed ecco altri consigli per gli acquisti, mi raccomando di scegliere quello giusto per la vostra Reflex/Mirrorless. Spesso sono identici ma cambia solo l’attacco.

In Conclusione

Lo Still Life è uno stile fotografico che richiede un po’ di creatività, molta pazienza, e una conoscenza adeguata della luce e delle ombre che essa stessa può creare. Il saper gestire in modo adeguato la tecnica, le luci e le ombre fa si di poter creare scatti di alta qualità. Ma come abbiamo detto sopra per fare questo tipo di immagine non abbiamo bisogno di il materiale e attrezzatura esagerata, per cui possiamo tranquillamente provare a realizzare qualcosa anche in casa.

Intanto leggi anche gli altri articoli e scoprirai che non è così difficile creare dei set fotografici anche in casa con oggetti comuni. Poi trovarli qui sul Light Painting in 2 modalità e qui su come Fotografare in casa al tempo del Coronavirus.

Prova tirare fuori la tua creatività e se hai commenti, domande o argomenti preferiti scrivi tutto in un commento … mi aiuterai per avere spunti nei prossimi articoli.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

diciannove − 7 =

guadagnare con le foto
Logo
Cerca
Generic filters
Reset Password
Compare items
  • Total (0)
Compare
0